Pixel Facebook

GreenMec

GreenMec è l’innovativo essiccatoio per pelli di casa Mec Man.
Questo nuova impianto è detto a intelaiatura perché le pelli una volta messe in tensione con apposite pinze e su appositi telai, scorrono dall’esterno all’interno di una camera di essiccazione (detta tunnel) ed asciugate da caldaie di nuova generazione alimentate a pellet, con un risparmio del 40% rispetto ad un normale impianto di riscaldamento. I telai generalmente supportano un piano ribaltabile in metallo microforato per favorire l’aggancio delle pelli da entrambe i lati.
Ma la particolarità di questo brevetto è stato nel dividere l’unico pannello microforato in 6 parti distinte, le quali espandendosi permettono di allungare le pelli in modo omogeneo, aumentandone il volume dell’8% rispetto lo standard.

Descrizione

GreenMec è stato creato con l’intento di soddisfare il mercato conciario e la sua continua ricerca di innovarsi sia a livello quantitativo ma soprattutto qualitativo. L’intento non era solo di abbassare i costi produttivi ma anche  di abbattere l’esubero di scarti inquinanti immessi nell’ambiente, monitorando e valorizzando materie prime fondamentali per il nostro sistema globale, in particolar modo l’acqua. Questo nuovo modo di pensare (da qui il nome GREEN), ci ha indirizzati verso un sistema di recupero energetico, ignorato fino a qualche anno fa, ma ormai sempre più di attualità. Il nuovo sistema che si sta sempre più attivando alla continua ricerca della protezione ambientale, sta delineando la strada anche nel settore conciario. L’obiettivo e la continua ricerca, sono indirizzate a un cambiamento produttivo, sfruttando sempre più le nuove tecnologie, e il loro utilizzo, aumentandone l’efficienza e di conseguenza diminuendo gli effetti nocivi a discapito dell’ambiente. Tutto questo però senza danneggiare i bilanci delle aziende che li utilizzano, tutt’altro questi nuovi sistemi permetteranno agli imprenditori di competere nonostante la crisi che il settore sta attraversando. A tal scopo, Mec Man ha pensato e capitalizzato in attività di ricerca e sviluppo, con lo scopo di realizzare un macchinario per l’asciugatura delle pelli del tutto innovativo rispetto ai nostri classici ed intramontabili essiccatoi sottovuoto. Un vero mix di tecnologia ed esperienza ventennale nel settore conciario.

Sono varie le caratteristiche principali che permettono al nuovo macchinario di aderire alle prescrizioni di un sistema etico, pulito e realmente produttivo:

1- L’espansione a 6 vie: Tradizionalmente i telai esercitano l’espansione sulle pelli con trazione a due punti. Questo nuovo tipo di telaio, sviluppa un espansione in ben sei diversi punti della pelle, riuscendo a garantire maggiore piedaggio ed una più efficace valorizzazione di tutta la superficie della pelle. Questa nuova generazione di telaio consente ad un cliente Mec Man di aumentare ogni pelle dell’8% rispetto alla commutazione standard.

 

2- L’asciugatura tramite caldaie a pellet: Questa speciale caldaia a pellet è ideata per impianti di grandi dimensioni dove è richiesta l’affidabilità e la totale automazione. Grazie al sistema modulante e allo spegnimento totale, questa caldaia a pellet funziona solo quando serve e si adatta alla richiesta di calore riducendo i costi e azzerando gli sprechi di combustibile. Altro aspetto (per nulla irrilevante/fondamentale) è la possibilità di assemblarla in loco in modo da renderla accessibile ad ogni ambiente senza ulteriori costi di demolizione e ricostruzione delle murature perimetrali.

 

3- La lunghezza del forno di asciugaggio maggiorata e pannelli di rivestimento in poliuretano: La lunghezza del forno di asciugaggio maggiorata e il rivestimento con appositi pannelli a doppio rivestimento metallico (vasta gamma di colori) con isolamento in poliuretano a incastro maschio-femmina, mantengono una temperatura di asciugaggio che si aggira ai 40 gradi (contro gli attuali 70/75).

 

4- I sistemi di ventilazione: Il potente sistema di ventilazione e deumidificazione fa sì che il clima all’interno del forno, unito alla maggior lunghezza e al suo isolamento porti la temperatura di asciugaggio ad una temperatura molto più bassa, abbattendo in modo deciso i consumi, le emissioni e gli sprechi, garantendo così una migliore produttività con un impatto minore sia dal punto di vista economico che ambientale.


 

5- Il numero e la forma delle reti di asciugaggio: Le reti dove vengono posizionate le pelli sono state studiate con una distanza tale (15/20 cm l’una dall’altra) da permettere l’afflusso dell’aria reintrodotta e sparata dai ventilatori garantendo una circolazione efficace e senza impedimenti da ammassamento.

 

6- Il numero e il posizionamento dei ventilatori: Il tunnel di essiccazione dispone di due ventilatori a basso consumo ogni due metri per ciascun lato. Questi ventilatori sono stati realizzati con una particolare inclinazione delle pale in modo da poter sfruttare il consistente miglioramento del ricircolo dell’aria calda durante il processo di lavorazione.



 

7- Il condotto di condensazione: Il condotto di condensazione è un innovativo sistema di recupero dell’aria calda (umidità), la quale viene aspirata dall’interno del tunnel passando attraverso un abbattitore di umidità, per essere poi riscaldata con apposite caldaie e reintrodotta all’interno del tunnel, creando un ciclo continuo e consentendo un notevole risparmio energetico.

 

8- La struttura in acciaio inox: La struttura in acciaio inox permette di lavorare anche le pelli conciate al vegetale, le quali non possono entrare in contatto con materiali ferrosi evitando così indesiderate reazioni con le fibre.

 

9- L’espansione del telaio all’esterno: L’espansione del telaio sistemata all’esterno, evita la caduta delle pinze di aggancio all’interno del tunnel evitandone il problematico recupero oltre alla fermata temporanea del ciclo di asciugaggio.


 

GreenMec, su richiesta, viene fornito con apposite pedane complete di parapetti e scale interamente zincate a caldo.

Contattaci

*Acconsento al trattamento dei dati secondo la Privacy Policy